Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Bando voucher digitali Impresa 4.0 -2019

Approvato con Deliberazione di Giunta n. 24 del 5 aprile 2019
Data di pubblicazione: 5 aprile 2019
 

Cosa finanzia

Sono ammessi alle agevolazioni del presente Bando gli investimenti in ambiti tecnologici di innovazione digitale volti all’introduzione delle seguenti tecnologie:

· Soluzioni per la manifattura avanzata;

· Manifattura additiva;

· Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

· Simulazione;

· Integrazione verticale e orizzontale;

· Industrial Internet e IoT;

· Cloud;

· Cybersicurezza e business continuity;

· Big Data e Analytics;

· Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);

- Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali, ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc. – e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, ect.);

Sono inoltre finanziabili spese di formazione e consulenza relative ad altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle precedenti:

· Sistemi di e-commerce;

· Sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fintech;

· Sistemi EDI, Electronic Data Interchange;

· Geolocalizzazione;

· Tecnologie per l’in-store customer experience;

· System integration applicata all’automazione dei processi.

Spese ammissibili:

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

· consulenza e/o formazione relative ad una o più tecnologie tra quelle elencate nel Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;

· investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto nel limite massimo del 50% del totale delle spese ammissibili.

Beneficiari

Micro, Piccole e Medie imprese di tutti i settori economici con sede legale e/o operativa nella provincia di Cremona.

Fornitori di servizi

I servizi di consulenza e formazione possono essere forniti esclusivamente da:

a) DIH-Digital Innovation Hub e EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione, di cui al Piano Nazionale Industria 4.0;

b) centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici e altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali (membri Questio Regione Lombardia – Settore scientifico tecnologico 4);

c) soggetti accreditati tramite Digital Innovation Hub (DIH) su tematiche I 4.0;

d) Incubatori certificati di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;

e) FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);

f) centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MISE) – (http://www.unioncamere.gov.it/P55A3764C3669S3692/elenco-dei-centri-di-trasferimento-tecnologico-industria-4-0-certificati.htm);

g) start-up innovative di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e PMI innovative di cui all’art. 4 del D.L. 24 gennaio 2015 n. 3, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2015, n. 33;

h) relativamente ai soli servizi di consulenza, ulteriori fornitori che, in base ai criteri di valutazione riportati nell’allegato A, ottengano un punteggio minimo di 60/100;

i) relativamente ai soli servizi di formazione, soggetti che, in base alla valutazione dei criteri indicati nell’allegato B, ottengano un punteggio minino di 60/100.

Tipologia di agevolazioni

Contributo a fondo perduto nella misura del 50% del costo sostenuto (al netto di IVA) con un massimo è di € 10.000 per ogni impresa. La spesa minima ammissibile è di € 3.000 (al netto di IVA).

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00 nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto del massimale de minimis.

Ogni impresa può presentare una o più domande di contributo fino ad arrivare al limite sopra indicato di contributo massimo erogabile.

Le agevolazioni sono concesse ai sensi dei Regolamenti CE n. 1407/2013 e n. 1408/2013 e s.m.i. relativi all’applicazione degli artt. 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis» nei settori ordinari e nel settore agricoltura.

Dotazione finanziaria

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 210.000,00.

Termini di presentazione delle domande

Le richieste di contributo potranno presentarsi dal 10.04.2019 al 30.09.2019 esclusivamente in forma telematica utilizzando la modulistica predisposta tramite accesso al sito https://webtelemaco.infocamere.it/.

Per maggiori informazioni sulle procedure telematiche tramite il portale WebTelemaco

 

INFORMAZIONI E MODULISTICA

Bando Voucher Digitali Impresa 4.0 2019 (Misura B) (Formato pdf - 263 kB)

Moduli di presentazione domanda

Modulo 1 - Modulo di domanda (Formato doc - 197 kB)

Modulo 2 - Autodichiarazione fornitori consulenza (Formato doc - 88 kB)

Modulo 3 - Autodichiarazione fornitori formazione (Formato doc - 80 kB)

Altra documentazione

Modulo 1.1 – Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per imprese collegate (Formato doc - 146 kB)

- Modulo 4 - Delega ad intermediario (Formato doc - 69 kB)

- Modulo 5 - Dichiarazione per soggetti che non hanno posizione INPS/INAIL (Formato doc - 88 kB)

Istruzioni per la compilazione del De Minimis (Formato pdf - 96 kB)